È un’allergia alimentare o un’intolleranza?

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:healthblog

È un’allergia alimentare o un’intolleranza?

Un’allergia alimentare è diversa dall’intolleranza alimentare, anche se alcune persone potrebbero non sapere sempre come variano. Un’allergia alimentare comporta una risposta del sistema immunitario da parte del corpo, mentre un’intolleranza alimentare no. Un’allergia alimentare non si riferisce a una carenza di enzima. Tabella>

I sintomi compaiono più tardi. I sintomi appaiono subito dopo aver mangiato il cibo, di solito entro 2 ore, ma a volte dopo 4-6 ore. La persona può mangiare una quantità molto piccola del cibo senza reazione avversa. La persona non può tollerare anche piccole quantità di allergene o alimenti a cui sono allergici. L’esposizione anche a una piccola quantità di cibo produrrà una reazione grave. una reazione si verificherà solo se la persona mangia il cibo specifico. a La reazione può verificarsi se la persona mangia un alimento che qualcuno si prepara per loro in un ambiente che contiene l’allergene. Le reazioni possono essere gravi ed estremamente spiacevoli ma raramente sono pericolose per la vita. reazioni gravi e potenzialmente potenzialmente letali che possono includere anafilassi (shock anafilattico). cibi trigger comuni
  • Fagioli
  • Cabbage
  • Frutta agrumi
  • Grani che contengono glutine
  • latte o lattosio
  • Carni trasformate
  • uova
  • pesce
  • arachidi o arachidi
  • Milk
  • Noci alberi (noci brasiliane, noci, mandorle e nocciole)
  • Soia
  • crostacei
  • grano

una risposta immunitaria o una carenza di enzimi?

allergie alimentari e intolleranza s sono reazioni indesiderate al cibo che alcune persone sperimentano, ma non sono le stesse e si verificano per ragioni diverse.

Risposta immunitaria: quando una persona ha un’allergia alimentare, il sistema immunitario del loro corpo risponde erroneamente a una sostanza noto come allergeni.

Un allergene non è necessariamente una sostanza dannosa. I medici li chiamano allergeni perché innescano una risposta del sistema immunitario in determinate persone. Tuttavia, gli allergeni non causano un effetto negativo nella maggior parte delle persone.

Secondo la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, è più probabile che i seguenti alimenti causino una reazione:

  • Milk
  • Eggs
  • Peanuts (arachidi)
  • Noci brasiliane, noci e nocciole (noci degli alberi)
  • pesce
  • crostacei
  • Wheat
  • Soybeans

Carenza enzimatica: un’intolleranza alimentare di solito significa che una persona ha una carenza enzimatica.

Gli enzimi sono sostanze nel corpo che consentono alle persone di digerire il cibo. Se una persona ha una carenza di enzimi, il loro corpo non può digerire correttamente determinati alimenti. Il cibo problematico dipende dall’enzima che manca.

L’intolleranza alimentare può anche derivare da:

  • Alcune sostanze chimiche negli alimenti
  • Avvelenamento da cibo dovuto a La presenza di tossine
  • La presenza naturale dell’istamina in alcuni alimenti
  • La presenza di salicilati che si verificano in molti alimenti
  • additivi alimentari specifici

Sintomi

Le allergie alimentari e l’intolleranza alimentare hanno sintomi diversi.

Sintomi di allergia

Secondo la FDA, una reazione allergica alla lattina alimentare Causa:

  • Itchiness
  • gonfiore del viso, le labbra e la lingua
  • gonfiore della gola e delle vie aeree, portando a difficoltà respiratorie
  • Vertigini, vertigini e svenimenti
  • Sintomi gastrointestinali, inclusi vomito e diarrea
  • Un calo improvviso della pressione sanguigna
  • Un impulso veloce e irregolare
  • Una perdita di coscienza

Se artrolux plus pareri si verifica gonfiore nelle vie aeree, ciò può rendere difficile respirare una persona. Se le vie aeree si chiudono, questo può diventare fatale.

Una reazione allergica può avvenire improvvisamente. Se una persona mostra i sintomi di una reazione allergica, ha bisogno di assistenza medica immediatamente.

Sintomi di intolleranza

I sintomi principali di un’intolleranza alimentare sono:

  • Gas intestinale
  • Dolore addominale
  • Diarrea

Possono verificarsi altri sintomi, ma i sintomi fondamentali si riferiscono all’intestino di una persona.

Alcuni sintomi di allergia alimentare e intolleranza alimentare possono essere simili. Ciò rende più difficile una diagnosi accurata.

Per ulteriori risorse sostenute dalla scienza sulla nutrizione, visita il nostro hub dedicato.

trattamento

Se una persona reagisce a a Cibo, il trattamento dipenderà dal fatto che abbiano un’allergia o un’intolleranza.

Allergia

Una persona con allergia può avere una lieve reazione in un’occasione e una reazione grave su un’altra occasione. Circa il 20 percento delle persone con allergia ha una reazione grave.

L’anafilassi può variare in gravità da lieve a quella pericolosa per la vita. Può accadere rapidamente ed è un’emergenza medica.

I sintomi dell’anafilassi includono:

  • Reazioni cutanee
  • gonfiore
  • Difficoltà a respirare
  • Un improvviso calo della pressione sanguigna

Chiunque sappia di avere un’allergia e potrebbe avere una reazione grave dovrebbe portare un iniettore, come un epipen, consegna epinefrina o adrenalina. Dovrebbero trasportare due dosi nel caso in cui uno non sia sufficiente.

Itolleranza

Un’intolleranza alimentare di solito non avrà bisogno di un trattamento urgente. Il miglior trattamento è un piano a lungo termine per gestire il problema.

La gestione di un’intolleranza di solito inizia con una dieta di esclusione. Questo è quando una persona evita un cibo che può causare il problema per un po ‘di tempo, di solito da 2 a 6 settimane.

L’individuo può trarre vantaggio dal mantenimento di un diario alimentare per registrare se i loro sintomi migliorano. Successivamente, reintroducono il cibo e notano eventuali nuove reazioni.

Le persone potrebbero aver bisogno di ripetere questo monitoraggio con prodotti alimentari diversi per individuare quale cibo sta causando il problema.

A volte, persone può reintrodurre un alimento senza alcuna reazione. Può darsi che sviluppino una tolleranza o che una piccola quantità di cibo non provoca più un problema.

L’intolleranza alimentare varia ampiamente tra gli individui, e quindi ogni caso ha probabilmente le proprie caratteristiche. A volte, un problema di fondo peggiora l’intolleranza e necessita di un trattamento adeguato.

Se una persona ha un’allergia alimentare o un’intolleranza, potrebbe dover evitare il cibo che sembra causare. Potrebbero anche dover controllare attentamente gli ingredienti dei prodotti alimentari, sia che si tratti di consumo di casa o di mangiare fuori.

In sintesi, prevenzione significa:

  • Una persona con una persona conosciuta L’allergia deve evitare il cibo scatenante. Non farlo potrebbe essere pericoloso. La persona dovrebbe anche trasportare un autoiniettore di epinefrina da utilizzare in caso di emergenza.
  • Una persona con intolleranza può evitare il disagio evitando il cibo scatenante, ma non affronterà una situazione pericolosa per la vita.

Dal 2004, il Food Allergy Labeling and Consumer Protection Act (FALCPA) afferma che tutti gli alimenti confezionati che i produttori producono negli Stati Uniti devono trasportare informazioni in un linguaggio semplice e chiaro sugli otto allergeni più comuni.

Questi allergeni diffusi sono latte, uova, grano, soia, arachidi, noci, pesce e crostacei crostacei. ha recentemente preoccupato il fatto che i casi di allergia e intolleranza siano in aumento.

Il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), parte del National Institutes of Health (NIH) riferisce che circa il 5 % dei bambini e il 4 percento degli adulti ha un’allergia alimentare.

Nel 2016, la stima dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ha affermato che il 6,2 per cento della popolazione aveva sperimentato un’allergia alimentare nei 12 mesi precedenti.

Tuttavia, nel 2017, uno studio su cartelle sanitarie elettroniche di oltre 2,7 milioni di persone negli Stati Uniti suggerisce che la percentuale di La popolazione con un’allergia o intolleranza è inferiore a questa, al 3,6 per cento in totale.

Le persone potrebbero non essere sempre consapevoli della differenza tra un’allergia e un’intolleranza, e potrebbero non riferire sempre un’allergia o intolleranza al loro medico. Per questi motivi, può essere difficile stabilire cifre esatte.

  • Intolleranza alimentare
  • Nutrizione/dieta

Notizie mediche oggi ha linee guida di sourcing rigorose e attinge solo da studi peer-reviewed, istituzioni di ricerca accademica e riviste e associazioni mediche. Evitiamo di usare riferimenti terziari. Colleghiamo fonti primarie – compresi studi, riferimenti scientifici e statistiche – all’interno di ogni articolo e le elenchiamo anche nella sezione Risorse in fondo ai nostri articoli. Puoi saperne di più su come garantiamo che i nostri contenuti siano accurati e attuali leggendo la nostra politica editoriale .

Contents